sabato 17 febbraio 2018

TAMPAX ALLA MARIJUANA



... CONTRO I DOLORI MESTRUALI: “PER RILASSARE I MUSCOLI E ALLEVIARE I CRAMPI”






Si chiama “Foria Relief” questo speciale tampone. Si legge sul sito dell’azienda : “È stato attentamente sviluppato per massimizzare il rilassamento dei muscoli ed esaltare le proprietà antidolorifiche della cannabis senza accusarne gli effetti psicotropi.

Questa pianta medica ha una lunga e trasversale storia di utilizzo come rimedio naturale per alleviare i sintomi legati alle mestruazioni. È nostra intenzione condividere le potenti proprietà medicinali di questa pianta e allo stesso tempo utilizzare le moderne tecniche di estrazione per standardizzare purezza e potenza, in modo da garantire a tutte le donne un’esperienza sicura e accessibile".



Ogni tampone contiene una speciale miscela di THC e CBD, cannabinoidi famosi per rilassare i muscoli e alleviare le tensioni e i crampi del corpo. Attraverso l’uso della supposta queste proprietà antispasmodiche e antidolorifiche agiscono direttamente sull’area in bisogno di sollievo.
La pianta medicamentosa agisce sul vostro corpo per trasformare in modo gentile ma profondo la vostra esperienza in maniera olistica a naturale”.

Per ora i tamponi sono in vendita negli Stati Uniti solo in California e Colorado, e per acquistarli è richiesta la tessera per la marijuana terapeutica. Se volete saperne di più visitateil sito di Foria

Annamaria

lunedì 12 febbraio 2018

IL NOSTRO ALTER-EGO CATTIVO!



CHE TIPO SEI?


Enzo-Ducky

Enzo:                Duck, in quanti siamo?

Ducky:      Eh?

Enzo:                Ti ho chiesto “in quanti siamo”.

Ducky:      Cos’è, un gioco per bambini?
Ti è venuta qualche idea balzana per un discorso serio?

Enzo:                Diciamo che noi due ci divertiamo con la cultura in modo gioviale e serio. Si tratta di psicologia comportamentale e non è poco.

Ducky:      Il discorso e’ veramente serio. E’ come dire siamo buoni e cattivi nello stesso tempo?  “Si dice che ci sono più santi che nicchie. “Comunque,  e’ giusto che se ne parli. Sempre cultura è.

Enzo:                Questo lo ha scritto Balzac, quasi due secoli fa. Ed è ancora questa l’impressione che si ha leggendo sui social network i commenti dei tanti che puntano il dito contro l’immoralità altrui, sicurissimi della propria integrità.

Ducky:      Vero!

Enzo:                Già, ma come siamo davvero, buoni o cattivi? Per esempio, tu come sei. Intendo dire “tu”, che sei il mio alter ego, come ti consideri? Buono o cattivo? Io sarei il Buono e tu il cattivo.

Ducky:      Prof, vorrei sapere cosa dice la scienza. E spiega in senso lato i concetti per bene...e non fare il tifo solo per te.

Enzo:                Ripeto, come siamo noi esseri umani buoni o cattivi? Sembrerebbe facile rispondere. In realtà, giudicando gli altri e noi stessi, e la distanza che ci separa dagli altri da un punto di vista morale, siamo vittime di illusioni che gli studi di psicologia mettono impietosamente in luce.  Chiaro, Duck? Come al solito non hai capito niente.

Ducky:      Faresti meglio a non stuzzicarmi. Vai avanti!

Enzo:                Molte ricerche recenti circa la domanda su cui da secoli si arrovellano i filosofi, e cioè a quale perno  sia ancorato il nostro “vero io”, mostrano che quasi tutti consideriamo  le caratteristiche morali l’essenza della natura di ognuno.
Ma nello sguardo con cui valutiamo più o meno buona la natura degli altri si riflette anche il nostro metro di giudizio. Ed e’ un errore  di interpretazione. E non è l’unico errore di prospettiva nel quale è possibile incappare. Gli studiosi dicono che quando giudichiamo tendiamo a dividerli in categorie fisse, i “buoni” e i “cattivi”, i “giusti” e gli “ingiusti”. Il professore Paolo Legrenzi dell’Università di Venezia chiarisce: Tendiamo a pensare che “bontà” e “cattiveria” siano negli altri tratti stabili e costanti, dipendenti dalla personalità, non comportamenti che emergono a seconda della situazione.




Ducky:      Insomma cataloghiamo le persone con un’occhiata (100 millisecondi). Incontri un tipo o una tipa e devo subito capire quali sono le sue intenzioni. E’ così, prof?

Enzo:                Esattamente In uno sguardo, valutiamo se uno sconosciuto è una brava persona o no. Ci serve per sapere se dobbiamo fuggire. Pero’, A volte ci sbagliamo, prendiamo degli abbagli, in psicologia si chiamano  “errori fondamentali di attribuzione” Lo stesso comportamento lo giudichiamo con severità se riguarda gli altri. Quando si tratta della nostra persona ci guardiamo con “lenti rosa”. Si chiama “BETTER THAN AVERAGE EFFECT”, ovvero “effetto migliore della media”.
C’è chi si giudica più intelligente o più bravo degli altri, ma la distanza maggiore tra noi e il prossimo tendiamo a stabilirla circa le qualità morali: quasi tutti ci pensiamo più giusti, più onesti, più affidabili della media degli altri.

Ducky:      Noi stessi veniamo per primi...insomma e’ come avere – come metro di giudizio – due binocoli: uno per la lontananza e uno per la vicinanza.

Enzo:                Hai proprio afferrato il concetto. Per completezza veniamo ai tipi per niente raccomandabili…

Ducky:      ...cioè agli uomini da niente, in lingua napoletana omme e niente”

Enzo:                Eh, Alter Ego, contegno….si tratta di malvagi,  pessimi cattivi che appartengono alla Triade Oscura.

Ducky:      Che roba è?

Enzo:                C’è però un tipo di personalità in cui si sommano le caratteristiche che il senso comune attribuisce ai malvagi purosangue. Sono quelli della “triade oscura”, un intreccio di tratti noti come:
- machiavellismo
- narcisismo
- e psicopatia.
Tipi freddi, con un alto concetto di sé e scarsissima considerazione degli altri, in grado di manipolare e imbrogliare il prossimo con le più varie strategie, senza provare alcun rimorso.

Secondo alcune ricerche, questi tipi sono ben rappresentati tra i top-manager, dato che di solito si tratta di persone intelligenti, a prima vista giudicate affascinanti. Ma non c’è bisogno di cercare nel campo finanziario per trovare “cattivi” di questa fatta. Persino i troll, cioè i disturbatori che provocano su internet, avrebbero questo tipo di personalità: la loro attività sarebbe una pura manifestazione di sadismo.

Ducky:      Caro prof io sono felice di essere il tuo Alter Ego sano, anche se alcune volte “dò i numeri”. Però ogni tanto ci sta bene un sfogata, senza cattiveria.

Enzo:                Duck, non mi resta che assolverti.
Ducky:      Grazie,  Alter Ego...troppo buono!!

Enzo (Vincenzo Liberale)

 Fonte Focus

domenica 11 febbraio 2018

SI PUO' DIRE MORTE



Il lutto è un momento di cambiamento difficile, forse l’esperienza più dura di fronte alla quale si trova un essere umano. E’ un tempo rischioso: il legame profondo e costitutivo che ci lega alle altre persone implica il pericolo di smarrire noi stessi perdendo chi ci è caro. Al contempo, il lutto è un periodo potenzialmente fecondo, come tutte le situazioni che richiedono un cambiamento importante, una riflessione e una revisione della propria vita, delle proprie priorità, delle proprie relazioni e delle proprie scelte.
(sipuòdiremorte)

Nonostante il dolore che provo , mi sono promessa di andare avanti con il sorriso ...anche se la vita ti cambia totalmente.

Annamaria

mercoledì 7 febbraio 2018

UN BAMBINO EMIGRATO



Tu bambino, che sei La luce della vita, sei scappato da un paese in guerra,
sradicato dagli affetti dai parenti, amici e della tua amata terra.
Tu bambino, che sei la speranza della vita, ti sei trovato in cammino nel deserto,
toccavi la sabbia, guardavi il cielo invocavi acqua, avevi tanta sete e ti sentivi disperso.
Tu bambino, che sei il fiore della vita, sei salito su un gommone, hai attraversato il mare,
guardavi il sole, le onde burrascose e avevi paura, non vedevi l’ora di toccare terra e arrivare.
Tu bambino, che sei la gioia della vita, finalmente su un’isola a te sconosciuta sei arrivato,



una gentile, dolce e umana accoglienza di tanti bravi volontari hai trovato.
Tu bambino, che sei l’amore della vita, in quella drammatica avventura ti sei trovato,
colpa di una società egoista e malata, la mancanza di un’equa distribuzione dei beni disuguaglianze hanno creato.
Tu bambino, che sei la dolcezza della vita, la tua avventura ci ha commossi, speriamo in più umanità,
scuota le coscienze, apra le menti, l’amore trionfi per tutti i bambini sulla terra, ci sia la pace e più solidarietà.

Francesco Lena

venerdì 2 febbraio 2018

IL MIO ANGELO



Dolce Mamma, per te una poesia del nostro amico Enzo ma anche la riflessione di uno scrittore che mi darà la forza di andare avanti senza piu' la tua presenza fisica: la tua voce, i tuoi sguardi, le tue carezze, i tuoi baci ma anche le tue incazzature...seguite sempre da proverbi siciliani azzeccati per l'occasione (che adoravo). Ti adoravo ieri, ti adoro oggi e per sempre, MAMMA.
La tua foto con lo sfondo del mare (di Pozzallo) che tanto amavi.

Poche parole ma un mare d'amore infinito, ANGELO MIO.
"Continuate a ridere di quello che ci faceva ridere insieme."






VINCENZO LIBERALE -"VORREI LA TUA MANO"


Vorrei prima assopirmi
Vorrei addormentarmi
E poi spirare
Tranquillo il silenzio
E la partenza
Con il mio carretto
Colmo di peccati e sogni
Evitando sassi e buche

Vorrei assopirmi prima
A poco a poco…lentamente
Mirando le fievoli luci
Ascoltando la nenia delle lacrime
Così potrò allestire l’Anima
Alla prima notte di quiete.

Felicemente strano
O stranamente felice
Vorrei soccombere a Morfeo
appendermi alla tua mano, Mamma!
E incamminarmi con Te.

Oh, che sonno!
Ho bisogno di dormire dormire
Dormire…e sperare di sognare
La prima notte di quiete
E la Tua mano.






HENRY SCOTT HOLLAND- LA MORTE NON E' NIENTE

La morte non è niente. Non conta.
Io me ne sono solo andato nella stanza accanto.
Non è successo nulla.
Tutto resta esattamente come era.
Io sono io e tu sei tu
e la vita passata che abbiamo vissuto così bene insieme è immutata, intatta.
Quello che eravamo prima l'uno per l'altro lo siamo ancora.
Chiamami con il vecchio nome familiare.
Parlami nello stesso modo affettuoso che hai sempre usato.
Non cambiare tono di voce,
Non assumere un'aria solenne o triste.
Continua a ridere di quello che ci faceva ridere,
di quelle piccole cose che tanto ci piacevano quando eravamo insieme.

Sorridi, pensa a me e prega per me.
Il mio nome sia sempre la parola familiare di prima.
Pronuncialo senza la minima traccia d'ombra o di tristezza.
La nostra vita conserva tutto il significato che ha sempre avuto.
È la stessa di prima,
C'è una continuità che non si spezza.
Cos'è questa morte se non un incidente insignificante?
Perché dovrei essere fuori dai tuoi pensieri solo perché sono fuori dalla tua vista?
Non sono lontano, sono dall'altra parte, proprio dietro l'angolo.
Va tutto bene; nulla è perduto.
Un breve istante e tutto sarà come prima.
E come rideremo dei problemi della separazione quando ci incontreremo di nuovo!


Annamaria

giovedì 11 gennaio 2018

ASPETTO CARNEVALE



"La prossima guerra mondiale 

sarà combattuta con le pietre."

Albert Einstein




Non abbiamo tregua. Nemmeno il tempo di smaltire le feste e i dolci dell'epifania che già siamo proiettati alla festa delle mascherine e dei travestimenti.



Carnevale è tempo di travestimenti! 
Una volta il travestimento aveva uno scopo ben preciso, che oggi non si usa più, ci si nascondeva dietro una maschera, occultando la propria identità, ci si comportava come meglio si credeva, per chi non aveva il coraggio delle proprie azioni a viso scoperto. La maschera come parola sia di lingua greca e latina "Mettere una maschera sul volto, ha il significato di assumere quella personalità e mostrare quel carattere".
Il carnevale è tempo di scherzi, di trasgressione, di allegria, di carri pittoreschi con mille colori e scenografie, per strappare un sorriso. Come dicevo carnevale tempo di gioia che va d'accordo con la burla e si sposa con il buonumore.
Mascherandosi si potevano invertire i ruoli, ci si burlava dei potenti ed era ammesso di fare la caricatura di vizi o malcostume. Mostrare il vero volto, è un percorso molto difficile accettarsi con il vero volto di chi sei, ecco che allora indossiamo maschere di protezione e copertura e nascondiamo la nostra vera personalità.
La maschera deve essere quello che sei, tutti abbiamo una maschera da mostrare, nella vita, la maschera deve essere quello che sei, non nascondere la reale identità, usa la maschera di quello che sei, quella del cuore, una maschera che tutti noi una volta abbiamo messo.
Che dietro la tua maschera ci siano sogni da raccogliere con mille mani pronte a raccoglierli.
Rido davanti alla convinzione che certa gente crede di avere delle capacità teatrali credendo di possedere credibilità nella parte che mostrano al pubblico.



Con monologhi persuasivi e forme di gentilezza.
Il sipario è uno, e atto dopo atto, la verità fa perdere la memoria... agli attori teatranti.
Prima o poi si getta la maschera.
Gugli.


Annamaria

martedì 2 gennaio 2018

BEN ARRIVATO 2018!


"Studia il passato se vuoi prevedere il futuro."

Confucio




Bello o brutto che sia stato, è acqua passata e, come succede ogni volta, anche per questo 2018 la curiosità è tanta e tutti vorrebbero sapere cosa il nuovo anno ha in serbo per loro.

Speranze, aspettative, desideri, traguardi da realizzare. Chi sogna l’Amore, chi un lavoro stabile, chi un figlio, chi un cambiamento radicale. Poiché non si ha sempre a disposizione la palla di vetro, ci si può accontentare leggendo ciò che viene dalle stelle. Ecco una carrellata dei 12 segni zodiacali:




ARIETE: Preparati a vivere un inizio d’anno pieno di amore, dandoti dolcezza e serenità. I transiti di Urano ti spingono verso “un nuovo inizio”, contraddistinto da creatività e originalità. L’influsso di Plutone spingerà particolarmente alcune di voi a cercare il successo personale in ambito professionale o sociale. Notevolmente favoriti saranno affetti ed amicizie. I rapporti con gli altri saranno meno conflittuali e questo ti aiuterà nel caso tu dovessi risolvere questioni ereditarie. Se hai intenzione di aprire nuove attività è il momento giusto. Per fortuna il destino ti offre nuovi piaceri, più raffinati, qualcosa di speciale da afferrare al volo. Nel primo semestre dell’anno avrai di tutto e di più. Dovrai valutare bene quello che si presenta. Per il te il 9 rappresenta la volontà di avere la famiglia. Per arrivare a realizzare questo tuo sogno, segui il tuo istinto, cerca di essere più dolce e voluttuosa. Indossa qualcosa di bianco: ti dona una energia bellissima.

TORO: Inizio d’anno all’insegna del piacere da tutti i punti di vista, anche quello gastronomico. Tieni a freno l’appetito, che esistono piaceri più raffinati, come quello dell’eros o dello shopping. Attenzione però a non fare passi più lunghi della gamba: con un Giove in questa posizione potresti tendere a disperderti ai quattro venti. Focalizzando questa espansione puoi seminare in modo da raccogliere dei frutti molto positivi. Punta in alto. Cerca di placare le tue oscillazioni tra razionalità e cuore e cerca di misurare il dare con il ricevere. Il transito di Urano porterà nella seconda metà dell’anno dei cambiamenti anche radicali, che oggi non prenderesti neanche in considerazione. Puoi beneficiare di questo transito per realizzare dei sogni nascosti e dare una svolta creativa alla tua vita. Per te il numero 9 porterà quella solidità di cui ha bisogno la tua emotività per equilibrarsi. Sarà un anno importante, di grande crescita. Potrebbe anche essere un anno di maternità.

GEMELLI: Giove transiterà per lungo tempo nella sesta casa solare dei Gemelli, riconducibile alla cura della salute e ai rapporti di lavoro. Presta maggiore cura al tuo corpo, anche attraverso una più regolare attività sportiva e ad una sana alimentazione. Marte e Venere renderanno particolarmente vivace il tuo eros e, tenendo anche conto del tuo temperamento a volte ballerino, si potrà andare dal matrimonio o convivenza al fidanzamento, come pure alla rottura di ogni legame. Come sempre per te, in amore sarà possibile tutto e il contrario di tutto. A proposito di questo ricorda che il 9 di quest’anno ti dice: pondera un po’ le tue decisioni. Inoltre in te il 9 fa emergere la fermezza che è un tratto del tuo carattere, ma che talvolta trascuri nel portare avanti le scelte già fatte.

CANCRO: Saturno arriva e cambia tutto. Arriva Saturno! L’anno della verità. La tua sensibilità, il tuo modo di essere, cambia completamente. La tua forza si baserà sulle tue certezze che ti illumineranno il cammino, con la calma e la consapevolezza del 9 che ti protegge in questo passaggio. Sei protetta da Giove, un nuovo amore ti illumina, anche se Urano può a un tratto renderti più ribelle e insofferente verso costrizioni e condizionamenti, specie in ambito familiare o nei rapporti sentimentali: potrebbe essere l’anno dell’emancipazione, di una libertà di esprimerti per come sei e spesso, per paura di non essere accettata, hai evitato di fare. Attenzione agli influssi di Marte che potrebbe renderti polemica.

LEONE: Caro Leone, quest’anno ti aspettano molti cambiamenti soprattutto in ambito lavorativo. Giove può aiutarti a comprendere cosa davvero non va in questo settore e Urano sarà pronto a sostenere la tua creatività, in particolare favorendo chi decide di impegnarsi in un nuovo cammino di studi o in viaggi all’estero. Sarà bene prestare maggiore attenzione alla salute e anche ai rapporti con la famiglia d’origine, dove potrebbero accendersi delle frizioni per questioni patrimoniali, magari legate a lasciti ereditari. Hai bisogno di sicurezza interiore: appoggiati al 9, che ti dice di essere molto attento, di agire con oculatezza, di ponderare ogni passo e non buttare nulla al vento. Sarà un anno che ti richiederà impegno, forse per qualcuno un anno complicato, ma da questo, agendo opportunamente, potrai trarre delle grandi soddisfazioni per il futuro.

VERGINE: Cara Vergine, questo è proprio il momento per prendere il volo. L’inizio dell’anno vede Venere che dal segno dei Pesci ti fa la danza del ventre, mandandoti tutta la sua sensualità per farne l’uso che tu vuoi. Se sei in coppia impegnati per comunicare il tuo amore, perché è l’anno che consoliderà tutto quello ciò che a te più piace: amore, soldi e stabilità in tutti i campi. Giove nel segno dello Scorpione illuminerà in particolare la strada di coloro che lavorano o hanno interessi nel campo della comunicazione e della cultura, architetti, giornalisti, i creativi in generale, proteggendo anche chi studia. La vita sociale di tutti i nati sotto questo segno riceverà un nuovo impulso, aprendo anche la strada all’amore che presenta, grazie al transito favorevole di Venere e Marte, incontri importanti e colpi di fulmine, così come possibili maternità o paternità, matrimoni o comunque scelte molto importanti. Cara Vergine, sei il 9: quest’anno sei tutto!

BILANCIA: L’anno inizia in modo così spumeggiante che rischi una ubriacatura. Ricorda che Nettuno è sì il pianeta della poesia e della fantasia, ma anche dalla fuga della realtà, e ti influenzerà fortemente quest’anno, per cui, come suggerisce il numero 9, calma, rifletti e guarda bene dove metti i piedi. Nello stesso tempo questo pianeta potrebbe avvicinarti, con un influsso positivo, alla medicina alternativa o comunque a una visione più olistica della tua vita, ad attività più creative, ad una maggiore spiritualità. L’influsso di Saturno può portarti a nuove scelte che, se adeguatamente ponderate (ricorda il suggerimento del 9, numero dell’anno), ti portano risultati positivi grazie anche all’influsso benefico di Giove. Sempre Saturno può aiutarti anche ad allontanare quello che nella tua vita non è più utile e le illusioni e la false promesse nettuniane. Impegnati a tenere sotto controllo i cordoni della borsa e ciò che ti circonda, prima di muoverti.

SCORPIONE: Cara Scorpione, si sta preparando per te un cielo particolarmente intenso, con Giove nel tuo segno, diversi passaggi di Plutone che accresceranno il tuo naturale fascino e di Marte che accentuerà un certo atteggiamento ribelle e trasgressivo, rendendoti pronta a competere sia nel lavoro che nelle relazioni sociali, portandoti a sfidare tutto e tutti. Marte ti renderà esuberante anche nel campo dell’amore e dell’eros, dove si aggiungerà l’influsso di Venere, nel periodo estivo, che potrebbe per contro addolcirti e renderti disponibile verso un impegno d’amore. Nettuno sosterrà e incoraggerà quante hanno già intrapreso un percorso verso la spiritualità portando a una crescita evolutiva che potrebbe rappresentare il vero salto di qualità di quest’anno. Il 9 di quest’anno sarà per lo Scorpione importantissimo, specialmente per coloro nate il 27. 9 = 2 + 7: il 2 sarà nel pieno dei Pesci e il 7 del Cancro. In particolare riceverai un supporto speciale da questi segni.

SAGITTARIO: Saturno ti ha impegnato un bel po’ e ora lascia la strada libera a una maggiore tranquillità sostenendoti anche nei rapporti più stretti, con amici e familiari. Tutto sarà senza clamori, ma le piccole cose e le piccole gioie avranno un sapore nuovo, da cogliere sino in fondo. Un’energia nuova ti porta a guardare lontano e a sperimentare cose nuove. Saturno, insieme a Plutone, ti sarà amico nel settore degli investimenti, dove potrebbe metterci lo zampino anche Urano, che ti spingerà a rischiare, oltre che a vivacizzare l’eros e la creatività. Tieni sotto controllo il fegato, con diete appropriate e prodotti omeopatici. Qualcuna di voi vivrà un’esperienza formativa, anche di lunga durata, all’estero. Tutto come sempre dipenderà da quello che vuoi tu e da quello che desideri fare.

CAPRICORNO: Questo Saturno così importante per te ti tiene ancora più con i piedi piantati per terra, dandoti anche una serenità di cui avevi bisogno. Non ci saranno forse eventi particolarmente brillanti, ma troverai finalmente tanta sicurezza. Venere da maggio potrebbe portati un amore molto importante. Se già non sei in coppia potrebbe esserci un matrimonio all’orizzonte. Se sei in coppia, l’amore che vi ha uniti si rinnova. La tua razionalità e praticità, unite alla sensibilità, formano un trio unico che sosterrà queste nuove emozioni. Se sei nata il 18 di dicembre, questo 9 (1+8) che si conferma nel 18, Arcano della Luna, esalta la tua dolcezza e maternità. Questo potrebbe esserti di particolare aiuto qualora un figlio dovesse darti qualche problema, niente di particolarmente grave. Forse anche lui sta crescendo e non vuol perderti come madre, forse sta chiedendoti attenzione, mettendoti alla prova.

ACQUARIO: Cara Acquario, quest’anno Giove metterà alla prova la tua versatilità e creatività, ma tu ce la farai, come sempre, perché tu sei e resti una vincente. Venere in primavera porterà amore e dolcezza, consolidando l’amore che hai o portando un amore nuovo. Prenditi un tempo per tutto: rinnova il guardaroba, vai in palestra, vinci la pigrizia e prendi in mano la tua vita e goditela, specialmente se hai superato una certa età. Le premesse sono per un anno impegnativo che tuttavia, con il supporto del 9, giudizio, ponderatezza, anche se con qualche salita sarà certamente di soddisfazione. Urano sta lentamente avvicinandosi ed è tutto un altro movimento e cambiamento. La libertà che tanto desideri è a portata di mano: di vivere, di amare e di fare, come sempre, affari positivi. Se siete nate il 27 (2+7 = 9) si confermano opportunità anche eclatanti, ma attenzione a non fare polemiche.

PESCI: Giove favorevole, Venere nel tuo Segno all’inizio dell’anno, e soprattutto un Nettuno favoloso, ti renderanno ricca di creatività, immaginazione, ispirazione, illuminando e proteggendo i tuoi passi. Ma anche Saturno e Plutone amici ti portano a cambiamenti positivi, sostenuti come sono da un forte intuito e da un favorevole Marte che, dal segno del Capricorno, ti rende determinata ad ottenere ciò che vuoi. Sei innamorata e corrisposta, questo è quello che dicono le stelle. Se non sarà quello che tu vuoi, comunque sarai amata. Se non sarà questo, sarà un altro e forse un altro ancora. Non fossilizzarti. Se quello che hai non ti piace, lascialo andare. Rinnovati, perché questo è il tuo momento. Il tuo compleanno ti porterà gioia a non finire. Sono anni che porti un peso sulle spalle ed è il momento di metterlo a terra e vivere a piene mani e con tutta la voglia di vivere. Se sei nata il 9 confermo ancora di più la tua praticità e la tua concretezza che sosterranno ancora di più quest’anno fortunato.

by  Scrivo Libero
Annamaria

sabato 30 dicembre 2017

‘U BAMMINIEDDU”



A Natali pì tradizioni
Ogni annu nasci u bamminieddu
U figghiù du Patri Eternu.
Nasciu ‘nta stadda mienzu all’armali
Nasciù a Bitlemme mienzu a poesia.

Ma si avissi a nasciri ora 
Unni nascissi ?
Mienzu i machini ?
Mienzu i fabbrichi ?
Mienzu u pitroliu ?

E unni si truvassiru cchiù
A stadda,
l’armali,
a Vergini Immaculata,
a stidda cumeta,
i Re magi ?

unni si truvassi cchiù 
mienzu u cimientu armatu…..

… A PUISIA ?

TRADUZIONE



IL BAMBINELLO

A Natale per tradizione 
ogni anno nasce il Bambinello
il figlio del Padre Eterno.
E' nato in una stalla in mezzo agli animali
e nato a Betlemme in mezzo alla poesia.

Ma se dovesse nascere ora ?
dove nascerebbe ?
in mezzo alle macchine ?
in mezzo alle fabbriche ?
in mezzo al petrolio ?

Dove si troverebbe più
la stalla, 
gli animali,
la vergine immacolata,
la stella cometa,
i Re Magi ?

dove si troverebbe più
in mezzo al cemento armato...
… " LA POESIA ? "

Totò Migliore

domenica 24 dicembre 2017

BUON NATALE MA...NON A TUTTI!







Chi ha frequentato la mia casa sa bene che nell'ultimo anno  il mio presepe è stato sempre presente, per un motivo mio  personale.

Avevo pregato proprio davanti al presepe, il 29 dicembre dello scorso anno, affinchè  mia madre non mi lasciasse. 

Dunque, per me, tutti i gorni , dal 29 dicembre in poi, è Natale..
i pastorelli, i re magi, i cammelli, la grotta, Maria e Giuseppe con il bue e l'asinello sempre li, presenti.





Questo presepe ha visto molte persone e situazioni nell'anno che sta per concludersi: il dolore, la falsità, l'inganno, il menefreghismo ma anche la bontà e la lealtà di tante persone.
E' con loro che vorrei trascorrere il 25 dicembre, giornata ufficiale del Natale e della pace ma sono contenta e soddisfatta perchè con molti di loro ho trascorso il "nostro Natale"con momenti bellissimi , di conforto supporto e senza forzature.  Abbiamo mangiato insieme oppure anche solo chiacchierato davanti ad una tazzina di caffè o gelato, anche nella giornata di ferragosto o in date"anonime", festive ma anche no.




Sempre con il presepe in bella vista. Questo percorso forzato, quasi spirituale, mi porta a riflettere che dovremmo calmarci un po' e vivere questa bellissima festività con meno ansia e stress.




Natale è un momento di raccoglimento per ricordare la nascita di un uomo speciale, Gesu', e non di correre per negozi e centri commerciali con la corsa frenetica al regalo forzato e alle abbuffate da indigestione.

Un regalo possiamo farcelo sempre e non solo il 25 .L'importante è stare con le persone che ci amano veramente e che ci fanno stare bene.
La corsa ai regali, al cibo prelibato, cosi come le tombolate e le partite a carte non ci salveranno nè lo faranno i festeggiamenti. Per non parlare dei finti abbracci, i finti sorrisi e gli auguri a comando.



Penso che il Natale sia per pochi.

Cosi come penso che qualcuno di voi mi darà ragione ma...non puo' fare altrimenti e stasera e domani "santa pazienza" si fa  i buoni con i falsi auguri i falsi baci e i regali non pensati.

Ho smesso di fare la buonista o forse non lo sono mai stata, non tutti meritano gli auguri di Natale: uomini e preti pedofili, uomini che ammazzano e fanno violenza psicologica alle donne, politici che rubano, amici falsi, parenti tiranni e menefreghisti e poi gli invidiosi, le donne finte sante, coloro che trattano male i disabili, i bambini e gli anziani. L'elenco ,purtroppo, sarebbe molto lungo.
A tutte queste persone auguro, per coerenza, un vaffa....
Concludo affermando che comunque io AMO il Natale ma meno come viene vissuto.
Faccio i miei auguri speciali di BUON NATALE  a tutti gli amici e collaboratori che mi hanno dato la possibilità di portare avanti questo blog, per 8 anni.



Torneremo presto!





Vi lascio con tre delle piu' belle frasi di Gesù.

Prima una scheda...




 Gesù di Nazareth


Gesù di Nazaret o anche Gesù di Nazareno (Betlemme, 7 a.C.-2 a.C. – Gerusalemme, 26-36) è il fondatore e la figura centrale del Cristianesimo, religione che lo riconosce come il Cristo o il Messia (cioè "unto"), figura ancora attesa dalla tradizione ebraica, e Dio fatto uomo. Durante gli ultimi anni della sua vita, Gesù ha svolto la sua attività di predicatore, guaritore ed esorcista nella provincia romana della Giudea, la regione storica della Palestina. 


Si può anche non credere nella sua esistenza terrena e nella sua divinità, ma non si può ignorare il suo messaggio, che è certamente da ammirare. Nella parola "fratellanza" è racchiuso tutto il suo insegnamento, ovvero la pace, la tolleranza, l'amore, il perdono, tutti valori che, insieme ad altri altrettanto noti, riconducono alla fratellanza.


È stato inoltre affermato che nessun uomo ha in sé tutte le caratteristiche che sono accumulate nell'unica persona di Gesù di Nazareth: bontà e carità, bellezza e forza d'animo, coraggio e intelligenza, altruismo e sensibilità, spiritualità e umanità. Considerando l'assoluto valore che il suo contributo ha dato al mondo, ricordarlo è il minimo che possiamo fare, aldilà della propria convinzione personale.



1) Vi do un comandamento nuovo: che vi amiate gli uni gli altri. Come io ho amato voi, così amatevi anche voi gli uni gli altri. Da questo tutti sapranno che siete miei discepoli: se avete amore gli uni per gli altri. 

2) Se foste ciechi, non avreste alcun peccato; ma siccome dite: "Noi vediamo", il vostro peccato rimane.



3) Perché guardi la pagliuzza che è nell'occhio del tuo fratello e non ti accorgi della trave che è nel tuo? Come puoi dire al tuo fratello: "Permetti che tolga la pagliuzza che è nel tuo occhio, mentre tu non vedi la trave che è nel tuo? Ipocrita, togli prima la trave dal tuo occhio e allora potrai vederci bene nel togliere la pagliuzza dall'occhio del tuo fratello".


Annamaria




venerdì 8 dicembre 2017

CONSIGLI UTILI













            Quando intendete preparare il coniglio in umido, lasciate prima la carne a bagno per alcune ore in una marinata composta da aceto bianco e vino bianco in parti uguali, sedano e carote tritati finemente, sale e pepe. Procedete quindi alla cottura abituale e preparatevi a gustare una carne dal gusto veramente speciale.





            Per lavare in casa un foulard di seta utilizzate soltanto acqua fredda e sapone neutro. Risciacquate poi a lungo aggiungendo poi all’acqua un po’ di aceto bianco. Infine, stirate il foulard ancora bagnato, ripiegandolo senza passarlo di nuovo con il ferro da stiro.




            Per donare morbidezza alle mani amalgamate mezzo vasetto di yogurt e un cucchiaio di patate grattugiate. Applicate sulle mani pulite il composto ottenuto, lasciare agire per mezz’ora e risciacquate.




            Se in famiglia ci sono dei bambini piccoli, tenete sempre fuori dalla loro portata la Stella di Natale, una pianta ornamentale che spesso si acquista oppure viene regalata sotto le feste. Le sue foglie rosse e verdi, infatti, se ingerite sono tossiche. Lo stesso vale per l’agrifoglio e il pungitopo, le cui foglie possono causare vomito e diarrea.





            Una temperatura sotto zero o una gelata fanno diventare le patate dolci. Per cui prendete l’abitudine di conservarle in un luogo fresco, ma protetto.




            Conservate sempre nel congelatore del succo di limone; si rivelerà utilissimo in caso di contusioni. Basterà applicarlo ghiacciato sulla parte lesa e il gonfiore diminuirà immediatamente.




            Se lo specchio è cosparso di macchioline nere, per eliminarle ammorbiditele prima con dell’olio d’oliva e poi, trascorse un paio d’ore, strofinatele delicatamente con  un foglio di carta di giornale o, meglio ancora, di carta velina appallottolato.




            Eliminate dal vostro apriscatole i depositi di sporco con un vecchio spazzolino da denti che, una volta smessa la sua funzione primaria, userete solo per le pulizie domestiche. Pulite poi a fondo le lame dell’apriscatole inserendo un foglio di carta da cucina tra le lame e una lattina qualsiasi da aprire.




            Che non si debba lavare la moka con il detersivo è risaputo, ma questo non significa che non la si debba pulire. Sciacquatela dopo ogni caffè con acqua calda e fatela asciugare bene prima di avvitarla. Inoltre, dopo circa 30 caffè, fate una pulizia più accurata: smontate la caffettiera e pulite il filtro con uno spillo in modo che i fori siano tutti liberi. Poi, ogni due-tre mesi, mettete la moka sul fuoco con un po’ di acqua e di bicarbonato nella caldaia.




            Per alleviare i disturbi provocati dalla gengivite, è molto utile masticare qualche foglia di olivo fresca. In caso di febbre fate invece bollire 80 grammi di foglie di olivo per 20 minuti in un litro di acqua, lasciate a riposo per 24 ore e filtrate tutto. Bevetene un bicchiere durante la giornata, aggiungendo un poco di zucchero.





            Aggiungete all’abituale purè di patate una bella grattugiata di scorza di limone o alcune scorzette che a fine cottura verranno tolte per non lasciare tratta, ma solo gusto. Fate attenzione però a non grattugiare anche la parte bianca della buccia perché in questo caso il purè risulterebbe amaro.




            Annamaria2