sabato 8 settembre 2012

PENSIERO DI OGGI


PENSIERO POSITIVO DI OGGI 



Tutti facciamo il meglio

 che possiamo fare con la

comprensione, 

la conoscenza e 

le informazioni di 

cui disponiamo.





Si ride, si piange






I SOLITI IDIOTI  E L' EUTANASIA








HAIKU di LORENZO

(borse perverse)

lavoratori
e pensionati inermi
tutte vittime

Non si sconfigge la speculazione: UE e governi si adeguano.















LETTERA DI DRAGHI : ALLE PECORE !





Quando parla un banchiere, le circonvoluzioni sono improntate al più felpato tono accademico : Draghi, Monti, Passera, forse anche Papademos e Rajoi.
Ma all'uomo da marciapiede, come il sottoscritto, non riescono a "raccontarla" e m'incazzo come un tir a 200 all'ora quando vedo che ci stanno prendendo per il culo.
Il parlare doppio, da parte di figuri che sai per chi lavorano ( certo non per il cittadino comune) ti accende una rabbia impotente che, a stento, nonostante l'età avanzata reprimo.
Abbiamo visto in quale stato hanno ridotto la Grecia ( mancano farmaci i più elementari ) ed hanno ancora il coraggio di dirle che non basta ancora. Deve fare subito le riforme : lo chiede l'europa.
I greci sono stati subdolamente divisi, hanno reagito ed ora sono alla fame.
I portoghesi hanno subito ceduto e sono ricorsi all'aiuto del FMI : mammaliturchi ! ( se ne accorgeranno in seguito) 
La Spagna è stata indotta per oltre 10 anni a costruire : glieli ha prestati la kulona ed ora sta per calarsi definitivamente le braghe al solito FMI.
Noi italioti siamo come quel pugile ( all'angolo) che incassa colpi a ripetizione e spera che si stanchi(prima) colui che glieli dà.Ma il finale è fin troppo facile.
Che fare ? Le rivoluzioni pare che non si possano fare : troppo complicato. Però possiamo almeno non passare da fessi.
Abbiamo tutti la tastiera a disposizione , vendiamo almeno in quel senso cara la pelle : scriviamo,a coloro che paghiamo profumatamente, un per uno , e diciamo loro che ci stanno vendendo ad altri, invece di difendenderci.
Parlamento.it : ci sono tutte le e-mail di ogni senatore e deputato. Scriviamo loro qualsiasi cosa ci viene in mente e salviamo, per lo meno la ns. dignità.
Io l'ho fatto. C'è voluto un pò di tempo. Su mille schifosi mi ha risposto uno, un radicale.Ha fatto il furbo è l'ho mandato affanculo.
Ve lo immaginate se, milioni di cittadini cominciano a scrivere?
Saludos.


Tonino

http://terrarealtime.blogspot.it/2012/08/la-bce-getta-la-maschera-draghi-un-vero.html 


VEDREMO UN FILM...



Temporali, tuoni, fulmini e saette, abbassamento delle temperature, folate non proprio ”carezzevoli” di vento, ci hanno dato una anticipazione dell’autunno. 
Riaprono alla grande le sale cinematografiche, anche se alcune hanno accolto spettatori alla ricerca non solo di una gradevole visione, anche del refrigerio del locale climatizzato !                                                                                                                                                                                            Io non ho mai interrotto il mio filo doppio con la cinematografia ed ora riprendo con la stessa passione ad informarvi delle uscite, presentandovi nello specifico pellicole che avrò modo di “gustare” personalmente. Gustare, si, perché io mi avvicino a tutto ciò che mi pace con l’intento di . . . “assaporarlo” 
appieno!                                                                                                                                                                                      
   Allora, cari amici, spero che staremo sempre in compagnia, riflettendo ma anche divertendoci . . . e come dice il proverbio : dove c’è gusto, non c’è perdenza !!!





Da mercoledì 5 settembre sono già nelle sale . . . 

 Ribelle – The brave 
Una favola tradizionale
 Regia di Mark Andrews. Con Reese Witherspoon, Emma Thompson, Billy Connolly, Julie Walters, Kevin McKidd. Genere Animazione – USA 2012 - Durata 93 minuti circa.
 Nel film, l'impetuosa Merida (Reese Witherspoon), anche se figlia della famiglia reale, preferisce lasciare il segno come grande arciere. Uno scontro di volontà con la madre, la regina Eleanor (Emma Thompson), costringe Merida a fare una scelta sconsiderata che scatena un indesiderato pericolo sul regno di suo padre, re Fergus (Billy Connolly), e sulla vita di sua madre. Merida lotta con le forze imprevedibili della natura, la magia e un'oscura e antica maledizione per rimettere le cose a posto.
 Film animated gif
Shark 3D

Da uno spunto capace di far scardinare molti generi, un film tra i più banali possibili. 
 Regia di Kimble Rendall. Con Xavier Samuel, Julian McMahon, Sharni Vinson, Phoebe Tonkin, Martin Sacks. Genere Thriller – Australia 2012 - Durata 93 minuti circa. Una mostruosa onda provocata da uno tsunami si abbatte sulla costa australiana, radendo al suolo la città e inghiottendo il supermercato, il parcheggio e tutto quello che si trova nel mezzo. I pochi sopravvissuti riemergono a fatica dalla melma e tentano di mettersi in salvo arrampicandosi sugli scaffali, ma la scena che si presenta davanti ai loro occhi è raccapricciante: l’acqua continua a salire portando con sé detriti e cadaveri mentre i cavi elettrici penzolano pericolosamente a pochi centimetri dall’acqua. E come se questo non bastasse, alcuni voraci squali bianchi iniziano ad attaccare tutto ciò che si muove.
Film animated gif
 L’intervallo 

Due ragazzi, un ospedale abbandonato di Napoli e sullo sfondo la vita che non possono vivere
Regia di Leonardo Di Costanzo. Con Francesca Riso, Alessio Gallo, Antonio Buil Puejo, Carmine Paternoster, Salvatore Ruocco. Genere Drammatico - Italia, Svizzera, Germania 2012 - Durata 90 minuti circa.
Napoli: una ragazza e un ragazzo in un enorme edificio abbandonato. Lei, Veronica, ha fatto uno sgarbo al capocamorra del suo quartiere. Che cosa abbia compiuto di tanto grave da venir rinchiusa in questo luogo spaventoso non è chiaro. Lui, Salvatore, non c’entra niente con la camorra, ma l’hanno costretto a forza a fare da carceriere

. . . . da giovedì 6 settembre possiamo vedere . . . 

 Bella addormentata 

 Il ‘caso Englaro’ letto da prospettive diverse
 Regia di Marco Bellocchio. Con Toni Servillo, Isabelle Huppert, Alba Rohrwacher, Michele Riondino, Maya Sansa. Genere Drammatico – Italia 2012 - Durata 110 minuti circa. 
 Tutto si svolge, in vari luoghi d’Italia, in sei giorni, gli ultimi di Eluana Englaro, la cui vicenda resta sullo sfondo. Personaggi di fantasia dalle diverse fedi e ideologie le cui storie si collegano emotivamente a quella vicenda, in una riflessione esistenziale sul perché della vita e della speranza malgrado tutto.

Film animated gif
 . . . mentre da venerdì 7 settembre . . . 

 The Bourne Legacy

 Il quarto capitolo della saga dedicata a Bourne
 Regia di Tony Gilroy. Con Jeremy Renner, Rachel Weisz, Edward Norton, Stacy Keach, Oscar Isaac. Genere Azione – USA 2012 - Durata 135 minuti circa.
 Chiusa la storia di Jason Bourne tocca ad Aaron Cross. Agente del programma Outcome, miracolosamente sopravvissuto alla “chiusura del programma”, ovvero all’eliminazione fisica di tutti gli agenti, Cross è costretto ad assumere una serie di medicinali che ne migliorano le prestazioni (fisiche) e ne indirizzano le scelte (intellettuali), dai quali deve disintossicarsi per non dipendere dal governo. L’unica a poterlo aiutare è una delle dottoresse incaricate di tenere d’occhio gli agenti, anch’essa a sua insaputa a rischio “chiusura”. 
Film animated gif
Come non detto

Commedia pop corale sull’identità sessuale
Regia di Ivan Silvestrini. Con Josafat Vagni, Monica Guerritore, Francesco Montanari, Ninni Bruschetta, Valentina Correani. Genere Commedia - Italia 2012 - Durata 90 minuti circa.
Mattia sta per trasferirsi a Madrid dal fidanzato Eduard, così da non dover rivelare alla famiglia di essere gay. Eduard, invece, è convinto che la loro unione abbia la benedizione di tutti i familiari. Quando il giorno prima di partire per la Spagna, Eduard annuncia il suo arrivo a Roma per conoscere i “suoceri”, Mattia dovrà scegliere se, finalmente, vuotare il sacco con i suoi oppure confessare al compagno di essere stato un formidabile bugiardo. Tra In & Out e Il Mio Grosso Grasso Matrimonio Greco, una divertente commedia tra il detto . . . non detto.
Film animated gif
 Impepata di nozze 

Si può essere precari in amore come nel lavoro? 
Regia di Angelo Antonucci. Con Paolo Caiazzo, Yuliya Mayarchuk, Sandra Milo, Patrizio Rispo,Mario Porfito. Genere Commedia - Italia 2012. Michele (Paolo Caiazzo),
Un professore in attesa di passare di ruolo, è stato scaricato sull’altare dalla compagna. Cadute le speranze di ottenere una cattedra, per il ritorno a scuola del collega malato Lamberti, e persa la voglia di ricominciare a credere nel matrimonio, quasi come beffa del destino, riceve la proposta dalla sorella(Adele Pandolfi) di aiutarla a gestire la sua agenzia di wedding planner. Un po’ scettico, ma senz’altra prospettiva, accetta. Si ritrova così catapultato, in piena svogliatezza, nel “surreale” mondo dei matrimoni napoletani, a dover accontentare le bizzarre richieste gastronomiche e ad assecondare le velleità registiche di Genny, il fotografo gay, col pallino di immortalare spose in carne come sirenette di Copenaghen.


Buona  visione a tutti da . . .  Maria !



giovedì 6 settembre 2012

IL TUO MATRIMONIO E' FELICE? - TEST


SALVATORE & ASSUNTA...dialogo a distanza



Tempo di test...ma non scolastici. Il nostro è un simpatico e divertente test per identificare, qualora ce ne fosse la necessità, quanto di positivo e di negativo c'è nel rapporto di coppia matrimoniale.
Rispondete SI o NO. Ad ogni risposta esatta assegnatevi 1 punto.


1) La buona riuscita di un matrimonio dipende dalla sicurezza economica.
Si   No  

2) I rapporti sessuali tra marito e moglie devono essere limitati a non piu' di uno alla settimana.
Si   No  

3) Un uomo o una donna diquarantacinque anni non possono essere attraenti come un ragazzo e una ragazza di diciotto.
Si   No  

4) Un matrimonio felice presuppone che marito e moglie abbiano interessi in comune,
Si   No  

5) La felicità di un matrimonio è tanto maggiore quanto sono minori i rapporti che la coppia ha con l'esterno.
Si   No  

6) Non e il caso di preoccuparsi se il vostro matrimonio andrà bene o male, perché se le cose non vanno per il meglio, si puo sempre ricorrere alla separazione.
Si   No  

7) Un matrimonio riuscito è quello in cui un coniuge è disposto a soddisfare i desideri dell'altro.
Si   No  

8) L'amore è un gioco.
Si   No  

9) L'amore è una faccenda estremamente seria.
Si   No  

10) La donna non è in grado di dare amore fisico come l'uomo.
Si   No  

11) E una cosa lecita flirtare con qualcuno che non sia il nostro coniuge, a patto che non entrino in gioco i sentimenti.
Si   No  

12) Un marito infedele è meno colpevole di una moglie infedele.
Si   No  

13) Perché un matrimonio sia veramente felice, il marito deve occuparsi della manutenzione della casa e la moglie essere una brava cuoca.
Si   No  

14) L'attrazione tra marito e moglie è destinata ad affievolirsi, dopo alcuni anni di matrimonio.
Si   No  

15) L'atto sessuale tra marito e moglie deve essere limitato a situazioni ben precise, se non si vuole essere ridicoli.
Si   No  

16) E' possibile che una donna ami due uomini contemporaneamente, o che un uomo ami due donne nello stesso tempo.
Si   No  

17) I figli recano danni al matrimonio piu di quanto non lo consolidino.
Si   No  

18) Un uomo e una donna possono instaurare un rapporto di amicizia molto intimo.

Si   No  

19) Evitare ogni tipo di mondanità è sempre salutare in un rapporto di coppia.
Si   No  

2O) Un matrimonio è destinato a naufragare se l'attrazione sessuale tra i coniugi si indebolisce col passare degli anni.
Si   No  



Ora assegnatevi 1 punto per ogni risposta esatta


1) No. E' un elemento che sicuramente aiuta, ma non e ìndispensabile.

2) No. Per non trascinare il matrimonio in un noioso tran-tran, è necessario che la coppia segua i propri impulsi.

3) No. Un uomo o una donna già possono risultare anche più affascinanti di una persona giovane.

4) No. Se è vero che interessi in comune possono rafforzare un matrimonio, è altrettanto vero che esistono matrimoni felici nonostante una totale diversita di interessi tra i due.

5) No. È essenziale che una coppia abbia rapporti con l'esterno.

6) No. Accostarsi al matrimonio con questi presupposti può essere molto controproducente.

7) No.

8) No. Un atteggiamento troppo disinvolto puo' pregiudicare l'impegno dei coniugi.

9) No. È indispensabile che vi sia anche una certa dose di spensieratezza nell'affrontare una relazione.

10) No.
11) Sì.Questo serve a evitare che si perda la capacita' ad avere rapporti con gli altri.

12) No.

13) No. È sicurarnente un requisito che può aiutare, ma non è certo indispensabile.

14) No. Può mutare, ma non necessariamente indebolirsi.

15) No. La spontaneità svolge un ruolo di estrema importanza in un rapporto di coppia.

16) No. Questo atteggiamento può essere pericoloso per un matrimonio.

17) No.

18) Si.

19) No. Vedere risposta 5.

20) No. Anche se questa attrazione può affievolirsi col tempo, può essere sostituita da altri sentimenti, come stima e rispetto.



Risultati del test
0-4 punti: Il vostro matrimonio è Mediocre

5-11 punti: Il vostro matrimonio è Scarso

12-18 punti: Il vostro matrimonio è Buono

19-20 punti: Il vostro matrimonio è Ottimo


Annamaria...a dopo

PENSIERO DI OGGI

PENSIERO POSITIVO DI OGGI 








 Si ride, si piange

 Si ride con Biagio Izzo!
"Assunta & Salvatore":non si cucinano e ' criature..."








Dedicata al "celeste" ...dalla sora Cesira











HAIKU di LORENZO
(informazione asservita)

ci distraggono
dai problemi di vita
parlano d'altro

Mai come oggi, con l'inciucio in atto, siamo disinformati.










Annamaria... a dopo



mercoledì 5 settembre 2012

SALVIA E UN PO' D'ALCOL PER FRENARE L'OSTEOPOROSI



La salvia è un buon rimedio naturale contro l'osteoporosi, ma anche una giusta dose di alcol può preservare la salute delle ossa. A sostenerlo ci sono due importanti studi effettuati agli estremi del globo, precisamente in Corea del Sud e negli Stati Uniti. La ricerca asiatica, coordinata dal dottor Yan Cui della “School of Medicine” della Chonbuk National University, ha testato gli effetti della Salvia Miltiorrhiza (SM) su modello animale, alcuni topi femmina con età media 12 settimane suddivisi in tre gruppi, soltanto uno trattato per due mesi con l'estratto della pianta in questione. I risultati dello studio sono stati pubblicati sulla rivista scientifica “BMC Complementary and Alternative Medicine” dopo l'analisi biochimica dei campioni di sangue prelevati ai topi sottoposti all'esperimento: secondo i ricercatori coreani, la decisa riduzione nel rilascio del marcatore TRAP-5b è chiaro sintomo dell'importante azione preventiva della Salvia Miltiorrhiza – già nota nella medicina orientale come rimedio efficace per le malattie cardiovascolari – nei confronti dell'osteoporosi. 
Ma per preservare la salute delle ossa, oltre al suddetto rimedio naturale, sarebbe oltremodo opportuno assumere una piccola dose quotidiana di alcol. L'ulteriore suggerimento è arrivato da uno studio condotto dalla dottoressa Jill A. Marrone del “Boston University Medical Center”, nel Massachusetts. I ricercatori americani hanno coinvolto 40 donne sane in post-menopausa (età media 56 anni), valutandone le abitudini alimentari nel corso del tempo. Quali le conclusioni? Mettendo in moto un particolare meccanismo cellulare, l'assunzione moderata di alcol (circa 19 grammi al giorno) ha ridotto il divario tra l’assorbimento e la produzione di tessuto osseo. Al contrario, le donne astemie hanno mostrato un rischio maggiore di sviluppare l'osteoporosi, dovuto all'incremento dei marcatori biologici del turnover osseo. Dunque bere con moderazione fa bene alla salute: di norma, per contrastare l'osteoporosi, i medici consigliano l'assunzione di calcio e vitamina D, ma anche un bel bicchiere di vino e soprattutto l'estratto alla salvia testato dalla ricerca coreana potrebbero salvaguardare le ossa e allontanare le fratture.


La salvia è un arbusto cespuglioso sempreverde che può raggiungere l'altezza massima di circa 80 cm; allo stato selvatico la si può trovare nella zona centromeridionale del nostro paese in cui, viste le sue ottime proprietà, è ormai coltivata in tutti gli orti. 

Il suo nome scientifico è "Salvia officinalis", ed appartiene alla famiglia delle Labiate; il suo nome deriva dal latino salus salvus, che significa -sano-, in buona salute, proprio in riferimento alle sue proprietà curative.

La salvia è originaria dell'Europa ed il suo uso risale fin ai tempi più antichi.

La polvere ottenuta dalle foglie secche della salvia può essere usata come dentifricio, e con ottimi risultati; anche le foglie fresche, se strofinate sui denti come fossero uno spazzolino, oltre a pulirli, mantengono l'alito fresco.

Per uso esterno la salvia viene utilizzata per curare le punture d'insetto e per la disinfezione di ferite e piaghe; masticare le sue foglie fresche rappresenta un ottimo toccasana per l'infiammazione delle gengive.

L'olio essenziale va usato con cautela e parsimonia, è necessario non superare le tre gocce, indipendentemente dall'uso che ne viene fatto. Non abusare nemmeno dell'uso delle foglie fresche, in quanto contengono sostanze dell'assenzio che in dosi elevate possono risultare parecchio tossiche, soprattutto per gli ipertesi.

La salvia contiene olio essenziale che è composto principalmente dal thujone, la restante parte è costituita da componenti minori quali: acetato di bornile, canfora, cineolo, bomeolo, salviolo, salvane. E' nei periodi particolarmente caldi, quindi estivi, che la pianta di salvia produce la maggior quantità di olio essenziale. Oltre all'olio troviamo le vitamine B1 e C, flavonoidi ( noti per le loro proprietà antiossidanti), tannini, acido ossalico, mucillagini, saponine, resine ed enzimi.

E' considerata una panacea per una vasta tipologia di malanni e un antico proverbio recita più o meno così: " chi ha la salvia nell'orto possiede salute nel corpo". Avendo la salvia proprietà battericida è indicata per la prevenzione e la cura di patologie delle vie respiratorie come tosse, raffreddore asma e irritazioni della gola.

La salvia ha la proprietà di stimolare la secrezione dei succhi gastrici ed è quindi considerata un ottimo digestivo; mantiene l'alito fresco e strofinando le sue foglie sui denti contribuisce a tenerli più bianchi e puliti. In caso di laringiti e faringiti è utile preparare un decotto con le sue cime fiorite ( cinque grammi bolliti in una  tazza d'acqua).

Fare una bagno in una vasca con un paio di manciate di foglie di salvia contribuisce a rinvigorire la pelle. Ottime le sue proprietà cicatrizzanti su ferite e piaghe dure a rimarginarsi; la salvia ha inoltre proprietà antisudorifere.

Salvia e calorie
Ogni 100 gr. di salvia fresca abbiamo un apporto calorico pari a 315 calorie.

Curiosità
Le foglie di salvia si raccolgono quando sono ben sviluppate, nel periodo compreso tra aprile e luglio, mentre, per quanto riguarda le cime fiorite, vanno colte da maggio ad agosto facendo bene attenzione a tagliarle almeno 10 cm al di sotto dei fiori.

Le foglie da essiccare vanno raccolte prima del periodo della fioritura; al fine di mantenere il caratteristico profumo vanno sottoposte ad una lenta essiccatura e conservate in un barattolo a chiusura ermetica, al riparo dalla luce.

Annamaria... a dopo

IL LINGUAGGIO DEL CORPO…E DELL’AMORE 13


Non si è morti fin quando si desidera sedurre ed essere sedotti.
Charles Baudelaire




“Il sottile gioco della seduzione femminile”


Caro Enzo e anche Ducky, nel prossimo pezzo la parola  sarà nostra...dalla tua penna ne usciamo sempre "gioconde"...


ROSA


O.B
              



MARIA






Di ENZO

DUCKY    E’ piovuto. L’aria si è rinfrescata. E tu cominci a ragionare meglio e questo venticello è impagabile.

ENZO      Tu già tieni “’a capa fresca” e non hai bisogno del venticello.

DUCKY    Senti, facciamo il punto della situazione nel corteggiamento e nella seduzione.

ENZO      No, nessun punto! Tu ora farai un caffe coi fiocchi, napoletano, ma subito senza indugiare. Poi riprenderemo il tema della seduzione femminile, che ci piace tanto.

DUCKY    Però non dire che io indugio.

ENZO      No, stai proprio lì impalato come se avessi ricevuto un addio da una Ciucciottina; ti mancano solo gli occhi storti, poi stai a posto!

DUCKY    Io una brutta notizia? Forse tu un attacco isterico, un aumento di pressione arteriosa.

ENZO      Insomma, questo caffè, lo vuoi fare sì o no?

DUCKY    Che modi…io vorrei una cosa…chi me lo ha  fatto fare di uscire. Stavo così bene li dentro, nel posto materno, quel grembo così caldo e accogliente per ritrovarmi uno Scombinato autoritario come te.  Vado vado …nel frattempo  dovessi schiattare in assenza di caffè.


(Circa tre minuti dopo il caffè viene gustato)




ENZO      E’ ottimo, ci voleva, bravo!

DUCKY    Prima il piacere e poi il dovere…su  tocca te, Prof.

ENZO      Bene, Abbiamo già detto che è la donna a fare il primo passo. Gli uomini capiscono i segnali di LEI. Chi però è poco capace di cogliere i comportamenti non verbali in genere ha parecchie difficoltà a fare conoscenza con l’altro sesso; al contrario, i migliori seduttori sono molto attenti ai messaggi inviati dalle donne attraverso il corpo.

DUCKY    Tu, l’arte l’hai acquisita da me.

ENZO      Si capisce,  sei nato già imparato, vero? Comunque lasciami dire. Le donne per approcciare o essere contattate da un uomo hano un comportamento particolare:
-   si guardano attorno con aria distratta;
-   assumono posture, cioè posizioni, sinuose e rilassate:
-   si riavviano o si accarezzano i capelli;
-   lanciano brevi occhiate ai maschietti;
-   si leccano le labbra
-   si dondolano sulla sedia;
-   scuotono la testa muovendo anche i capelli.

DUCKY    Ecco, così va bene, mi piace quando fai esempi pratici e ti esprimi in modo semplice. Sei un bijou. Se continui così, ti rifaccio il caffè alla fine.

ENZO      Passiamo a esaminare…Duc, porca miseria, le nostre Ciucciottine si sono appisolate, Maria russa addirittura,,, che figura,,,con un argomento così interessante.

DUCKY    Ssst, dì appresso a me…”son tre piccole  Ciucciottine, porcelline porcelline…”

ENZO     Sì, dai, a voce alta!

ENZO E DUCKY  intonano “Son tre piccole Ciucciottine, porcelline, porcelline…”
OB   Oddio…mio marito…nasconditi…oh scusate…che figura!

ENZO     OB, non temere, tuo marito non verrà!

ROSA      Scusate, la stanchezza, stavo  sognando: ero a cavallo e correvo dietro un uomo…ma non riuscivo a raggiungerlo, mannaggia, poi il cavallo si è  bloccato e io sono finto addosso a lui.

DUCKY    Un caso di seduzione equina, non sapevo che fossi un tipo cavalleresco.

ENZO      Avevamo appena cominciato…vabbè…
nessun problema. Ve la sentite di seguirmi?

OB        Di che si parla, Enzo?

ENZO      …di seduzione femminile.

OB        Ne ho proprio bisogno perché ne ho sedotti tanti, ora ne vorrei acchiappare uno ma 
buono e genuino.

DUCKY    …non per le chiappe però,  OB, che 
dici, forse vorresti un “paccatore”!?

OB       E’ piacevole essere “paccata”, sapete, si sveglia tutto “l’apparato erogeno”.  Però, che siano pacche fatte bene. Su, Enzo seguiamo la lezione!

MARIA    Devo confessarvi che anch’io ne vado matta.

ROSA      Io veramente ho sempre pensato che LUI mi picchiasse per qualche sbaglio o perché gli avevo mancato di rispetto. Però solo pacche mi dava.  Una volta ho reagito con una sberla, da allora, le pacche me le sempre date all’impiedi.

ENZO      Un bel trio di “paccofile. Allora, si riprende e diciamo che non basta un solo input per indurre il maschio a farsi avanti, ma passerà all’azione quando avrà ricevuto diversi messaggi di disponibilità.

ROSA      “E’ sempe ‘a femmena a cumincià!”

ENZO La dottoressa Monica Moore,
antropologa, ha evidenziato che la donna ha un repertorio di ben 52 comportamenti a disposizione per segnalare la propria “apertura! Al potenziale partner.

ROSA     Nientedimeno?

ENZO      Eccone uno: attirare l’attenzione.  Un segnale molto comune è quello di guardarsi intorno (in un locale, viale, spiaccia, ufficio, in una casa durante una festa, un locale dove  ci sono tante persone eccetera) in modo apparentemente distratto. La LEI muove la testa rapidamente. La durata dello sguardo è breve (5-10 secondi).

OB       Vero!

ROSA     Sì, è così.

ENZO     Altro segnale è la parata. E’ una specie di “passerella”: la donna attraversa la sala accentuando il movimento dei fianchi, spinge la pancia in dentro e il petto in fuori, cammina lentamente e con passi corti.

ROSA     OB, dimmi una cosa, ma tu ancheggi ogni tanto?

ROSA     Come ti vengono certe idee, Rosa? Però, sì…lo faccio…ancheggio ma  solo se c’è un tipo che mi piace...

MARIA    amici cari, scusatemi, ero alla toilette e avevo  da fare maquillage. Cocca, ho sentito che ancheggi all’occasione, è vero?

OB       Perché tu no? Tu lo fai anche peggio di me…ti ho vista pure ballare, Stellì, che ritmo e che movimenti! Una vera “fiancheggiatrice”.

ENZO     A proposito di balli, anche ballare da sola è un segnale di disponibilità: è un invito quasi irresistibile per i maschi, come anche entrare in un locale e sedersi da sola o stazionare in un angolo del banco e spostare lo sguardo intorno in modo indifferente: vale per dire “fatevi avanti.”
Domande?

ROSA     Certe cose le sappiamo già, Prof!

MARIA    Rò, lascia dire, c’è sempre da imparare.

ENZO     in un rapporto di conoscenza o di lavoro, all’improvviso la donna comincia a vestirsi in modo particolarmente curato o discinto, cioè scollacciato, provocante, e si trucchi in modo più elaborato: ciò vuol significare che vuole sedurre.

DUCKY    Enzo, io so che conosci un modo particolare  che le donne usano  per sedurre un uomo…in una discoteca per esempio. Dillo, dai!

ENZO     Grazie,…vestire abiti aderenti che rendano più visibile il seno e muoversi a ritmo di musica in modo sinuoso e sensuale, evocando così i movimenti dell’amplesso. Quanto ai maschietti, devono ricordare che quanto più si avvicina il periodo dell’ ovulazione  la donna muove di più i fianchi.

OB       Vedete, amiche mie, quante cose interessanti. Cosa faremmo senza Enzo.

ENZO     Senza di me, nulla, con me fareste “tante cose”, insomma teoria e pratica. Ricordate che stiamo parlando di seduzione femminile e che l’amore non centra, il sentimento potrebbe arrivare “dopo”, o potrebbe non arrivare proprio. Ergo, approccio per sedurre, conquistare …per “pescare”.

MARIA    Giusto, se dobbiamo pescare, bisogna che agitiamo la lenza.

ENZO     Questi accorgimenti significano una disponibilità generica. Ora vi spiego i movimenti seduttivi rivolti a un Ciucciotto specifico, ben individuato. Ed ecco  la strategia della donna per sedurlo:
-   si avvicina a LUI con disinvoltura e staziona a circa un metro, un metro e mezzo;
-   si sposta più volte senza una meta precisa, ma passando accanto alla “preda”;
-   oppure, si muove da un punto all’altro della sala seguendo delle traettorie anomale con lo scopo di farsi notare;
-   (per avvicinarsi a LUI) va a salutare un’amica seduta accanto al “prescelto”;
-   può allontanarsi dal gruppo e isolarsi in un punto apparato della sala, oppure, esce dal bar o dal locale o dalla sala per fumare o prendere una boccata d’aria;
-   altro segnale è quello di orientare un piede o il corpo in direzione di LUI;
-   anche fissare un uomo una volta e tornare a fissarlo una seconda volta è un chiaro segnale di invito;
-   LEI si volta non appena lo incrocia;
lo fissa e poi distoglie lo sguardo quando LUI se ne accorge;

DUCKY    Alt, Scombinato,  sei una furia, per la miseria. Lasciaci respirare un attimo. Le Ciucciottine devono pure memorizzare tutti i tuoi suggerimenti.

ENZO     Avete ragione, tutti!

MARIA    Tutto molto chiaro e interessante. Puoi riprendere senza fretta.

OB       Ma quando si parlerà di baci? E un argomento che mi interessa molto.

ROSA     Appunto, quando?

ENZO     Distratte, ora si tratta della seduzione femminile, delle vostre tecniche.

MARIA    Tiremme innanze, Prof!

ENZO     Oh, finalmente. La LEI,  impegnata in una conversazione,  sposta di tanto in tanto lo sguardo su uno degli astanti, il LUI che le piace:
-   può incrociare gli occhi su di LUI o semplicemente guardarlo,
-   passa la lingua sulle labbra o la mano fra i capelli:
-   in modo più esplicito, può incrociare lo sguardo di LUI e mantenere un prolungato contatto oculare, cioè fissarlo per un tempo più lungo;
-   un sicuro  e inequivocabile segnale di interesse si manifesta quando  LEI sorride a LUI;
-   la donna si stira portando il petto in furi oppure seduta, infila le mani fra le ginocchia in modo da gonfiare  il seno;
-   se ha una scollatura, può inchinarsi in avanti e lasciare che l’abito si scosti dal petto rendendo ben visibili…

DUCKY    …”’e zizze oh, e dillo una buona volta! Ma perché devi essere sempre così contenuto, delicato, preciso nel linguaggio, il lessico letterario-tecnico-scientifico…e basta mò!

ENZO     Fratè, per norma e regola, io mi esprimo in modo corretto e appropriato nonché 
comprensibile.

DUCKY    Azz…oh chiedo scusa…cavolo. Tu,  comprensibile? Per carità non tocchiamo questo tasto…tu quando parli SCIO RI NI le parole. Intanto, è mezz’ora che te ne vieni con…IL PETTO…il petto, sempre il petto. E dì ogni tanto  “’e zizze”.

ENZO     Tu sei tutto matto; tu di devi curare, fratello mio.

OB       Ue’, calma, non litigate. Andiamo, vi conosciamo bene con pregi e difetti.

DUCKY    Permetti, Enzo, sai che c’è una differenza tra “petto”, mammelle”, “seno”,…e “zizze”?

ROSA, OB e MARIA   Siamo tutte orecchie…e anche qualche altra cosa!

ENZO     Vuoi il microfono, scellerato? Spiega, ora.

DUCKY    Petto e seno: sembrano due parole pronunciate da suore o educande; con la parla ‘mammelle’ hai l’idea di una donna ben piantata, ben piazzata, una specie di matrona allattatrice di neonati, parlando con rispetto, possidente di un “davanzale” volumetrico, indice di maternità. Ebbene, se vuoi delle  “borracce scultoree, prorompenti e sode” devi dire “’zizze” che possono vantare varie tipologie di agrumi. Fratello caro, amiche care, foneticamente, per il vostro partner,  è come fare un boccone rapido stile segno di Zorro.

ENZO     Hai finito? Ehi, Ciucciottine, vi siete 
incantate?

ROSA, mamma mia, io mi sto chiedendo se in petto posseggo le mammelle o il seno o “e zizze”. Tu che dici, Marì?

MARIA    Personalmente, con rispetto parlando, tengo un seno normale e due collinette che suscitano l’invidia di due rosse fragole.

ENZO     E tu, OB?

DUCKY    Ecco, scegli, OB petto, mammelle o “zizze”?  non fare la carmelitana mancata, vogliamo sapere. Tieni presente che il termne “zizze” deriva dal longobardo ZIZZA.

OB       Allora posso dichiarare di avere le  “zizze”, come tu hai egregiamente chiarito. Forse avrò avuto un lontanissimo parente longobardo, essendo io una tipa ubertosa.

ENZO     …cioè fatta di carne di prima scelta!

DUCKY    Amiche, Ciucciottine amabili, 
Napoleone  dichiarò, riferendosi alla “corona”, Dio me l’ha data e guai a chi la tocca.”

ENZO     Invece, la donna dice “dio me l’ha data e beato chi me la tocca!”
(all’indirizzo di Enzo e Ducky volano cuscini)

ENZO     Mi arrendooo!

DUCKY    Pietà, ci arrendiamooo!!

OB       Caffè, schiavi!

MARIA    …o granite…!

ROSA     …alla menta!

ENZO     No, profanelle zuccherose, prima le pizze!