sabato 14 settembre 2013

DIGITAL DIVIDE, IL SUD (ISOLE COMPRESE) PIU' VELOCE DEL NORD

Il digital divide che non ti aspetti. 

L'osservatorio di SosTariffe.it, che si è occupato di verificare la velocità delle connessioni Adsl  italiane, ha mappato il fenomeno sulla cartina d'Italia. E il Sud, isole comprese, del Paese si distingue con una velocità media di 5,3 Mbps, rispetto ai 4,9 del Nord. La media nazionale è di 5,1 Mbps. L'analisi si basa sugli oltre 500mila speed test effettuati sul portale negli ultimi tre anni. Un altro strumento per verificare le prestazioni del proprio collegamento domestico è quello messo a disposizione dall'Agcom. 

Secondo i dati emersi dalla piattaforma di SosTariffe, a livello regionale a distinguersi è la Toscana, con una velocità di 5,6 Mbps a beneficio delle famiglie, il 72% di quelle residenti nella Regione, che hanno una connessione a banda larga. La Liguria, dove a navigare con l'Adsl è il 71% delle abitazioni, segue praticamente a pari merito, cambia solo qualche cifra lontana dalla virgola. Il terzetto successivo è composto da Puglia (5,5 Mbps), Sardegna (5,5) e Campania (5,4). Sud e isole, quindi. Si posiziona bene anche la Sicilia con una velocità media di 5,3 Mbps. Stesso dato per il Lazio, che impreziosisce la sua scheda con l'81% delle famiglie connesse a banda larga: la percentuale più alta dell'intero Paese. Lombardia ed Emilia Romagna sono in perfetta media nazionale, 5,1, con una penetrazione della soluzione di, rispettivamente 72% e 69%. Chiudono la graduatoria Veneto e Abruzzo, 4,1 Mbps per entrambe e il 68 e il 65% di abitazioni collegate. 

A livello provinciale si registra la conferma di Firenze, in testa con una media di 6,8 Mbps. Seguono Isernia (6,7), Genova (6,2), Caltanissetta (6,1) e Oristano (6,1). Male Verona (3,8) e Campobasso (3,9). In questo caso a prendere forma è una diffusione "a mosaico". Mettendo la lente di ingrandimento sulle città con più 100mila abitanti si scorge l'ottima prestazione di Napoli alle prese con le Adsl a 7 Mega: la media è di 5,3. Per i 20 Mega è (ancora) Firenze a farla da padrona con una velocità di 10,5 Mbps.

Fonte-Corriere.it

Annamaria... a dopo

GIA' LETTI, MA SEMPRE GODIBILI



DOLCE RISVEGLIO




 
Un lussurioso immenso parco verde

un accogliente antico castello

di fronte ad un incantevole mare.

Tu mia principessa ed io tuo principe

in quegli spazi estesi abitavamo

riveriti da rispettosi solerti governanti.


Arabi cavalli dalla testa affusolata

e collo elegante, sellati per noi,

guidavamo per i sentieri frondosi

ora al galoppo, poi come a passo di danza

deliziosamente fianco a fianco.


Una sosta ristoratrice alla fonte leonina

mentre si abbeveravano i magnifici corsieri

noi a braccia nude e mani cave

ci lanciavamo freschi getti d’acqua

come ragazzini giocherelloni.


Passione e amore, dolci come non mai

mescolati nel profumo della brezza marina,

il musicale stormire delle foglie

e  versi e canti della fauna selvaggina

tutto amore mio era divino.


Oh, i puntuali toni della sveglia,

è l’ora degli abituali doveri…

Che brusco risveglio!

Ma sono ugualmente felice

nell’osservarti che mi conforta

tanto notare; eri bella nel sogno,

e non meno ora appena sveglia.

PINO

venerdì 13 settembre 2013

GIA' LETTI , MA SEMPRE GODIBILI

SORRISO DI BIMBO




Lo guardo e lui ti sorride,
non capisco il perchè,
ma quel sorriso mi ha aperto il cuore,
lui mi ha donato il suo amore,
Tu piccolo uomo
sembra che hai capito il mio dolore,
Volgo il mio sguardo altrove
ma il tuo vagito mi giunge all'orecchio,
ti guardo e mi chiedo cosa vuoi?
tu mi sorridi ancora,
certo ora ho capito!
anche se nn ti vedo
ti posso sentire.

   MIMMA

giovedì 12 settembre 2013

VEDREMO UN FILM...



e TANTISSIMI auguri a tutte le




Il trucco nella vita non è ottenere ciò che
 vuoi,
è volerlo dopo che l'hai ottenuto”

- Love Affair 


Un modo diverso di festeggiare il mio onomastico: tutti al cinema e dopo un super gelato!
Proprio il 12 settembre sono in uscita tanti bei film, con ancora l’eco del trionfo del cinema italiano a Venezia, con il Leone d’oro a Gianfranco Rosi.
Eccoli . . .


R.I.P.D. – Poliziotti dall’aldilà                                                              
                                                                              
Dal fumetto di Peter M. Lenkov, un film d’azione con Jeff Bridges.
                                                                                                  
Regia di Robert Schwentke. Con Jeff Bridges, Ryan Reynolds, Kevin Bacon, Mary-Louise Parker, Stephanie Szostak.                                                                                                                         
Genere  Azione  -  U.S.A.  2013  -  Durata 96 minuti circa.
Un poliziotto ucciso di recente si unisce al R.I.P.D. (il dipartimento riposa in pace) e fa un accordo con una divina squadra di agenti di polizia , dovrà lavorare per loro per cento anni in cambio avrà la possibilità di trovare l'uomo che lo ha assassinato. La pellicola è basata sul fumetto omonimo di Peter M. Lenkov.

Una fragile armonia                                                                                      
                           
La fragilità umana di un gruppo di eccezionali musicisti
Regia di Yaron Ziberman.  Con Philip Seymour Hoffman, Christopher Walkie, Miogeno Poots, Catherine Keener, Wallace Shawn.                                                                                                                               
Genere  Drammatico  -
Alla vigilia della 25esima trionfale stagione di concerti, un celebre quartetto d'archi rischia di perdere il proprio leader, colpito dal Parkinson e deciso a ritirarsi al termine della tournée. I diversi "ego" artistici e personali, e l'inatteso esplodere di passioni incontrollabili, mettono presto in pericolo la lunga amicizia e collaborazione fra gli altri componenti del quartetto. Il secondo violino, dopo anni di sacrifici e lavoro a favore del gruppo, pretende di eseguire alcune parti da primo violino. La moglie, una virtuosa della viola, si dimostra incapace di capire e supportare le nuove ambizioni del marito, con inevitabili conseguenze sul loro matrimonio. La figlia Alexandra, a sua volta violinista di talento, sottoposta a una tensione costante. perde il controllo e si abbandona a storie sentimentali che mettono ulteriormente alla prova il suo carattere fragile.
Percy Jackson e gli Dei dell’Olimpo  -  Il mare dei mostri                                                                                                                            
Alla ricerca del Vello d’oro

Regia di Thor Freudenthal.  Con Logan Lerman, Brandon T. Jackson, Alexandra Daddario, Jake Abel, Douglas Smith.                                                                                                                        
Genere  Avventura  -  U.S.A.  2021  - Durata 106 minuti circa.
Tornano al cinema le avventure di Percy Jackson, basate sugli omonimi libri scritti da Rick Riordan. Gli dei dell'Olimpo scenderanno di nuovo tra gli uomini, nel secondo capitolo della celebre saga letteraria che conta milioni di fan in tutto il mondo. Questa volta, Percy Jackson, figlio di Poseidone, cercherà di rubare ai Ciclopi il Vello d'oro.

The Spirit  of ’45                                                                                          
                                                             
Ken Loach ricostruisce, in chiave politica e sociale, la storia del secondo dopoguerra in Gran Bretagna.
Regia di Ken Loach.                                                                                                                        
Genere Documentario    Gran  Bretagna 2013  - Durata 94 minuti circa.
Il regista inglese Ken Loach usa filmati d'archivio della Gran Bretagna, registrazioni sonore e interviste attuali, per creare una narrazione politica e sociale sugli anni successivi alla Seconda guerra mondiale. Soffermandosi sui cambiamenti affrontati dal suo paese, Loach mette in evidenza come i risultati del governo laburista del 1945 abbiano gettato le basi per la costruzione del futuro della Gran Bretagna.

Che strano chiamarsi Federico – Scola racconta Fellini                      
                                                                                    
Il ricordo di un amico e ammiratore devoto
Regia di Ettore Scola. Con Tommaso Lazotti, Maurizio De Santis, Giulio Forges Davanzati, Ernesto D’argenio.                                                                                                                                         
Genere  Biografico  -  Italia  2013.
Basato sui ricordi personali di Ettore Scola e accompagnato da una voce narrante, il film ricostruisce piccoli ma importanti episodi della vita del regista Federico Fellini. Ricordi riproposti non necessariamente in ordine cronologico, ma che riportano alla luce i luoghi e le emozioni provate durante quasi 50 anni di amicizia tra i due registi.

Come ti spaccio la famiglia                                                                        
                                                                       
La più improbabile delle famiglie americane si trasforma in corriere della droga tra Messico e Stati Uniti.
Regia di Rawson Marshall Thurber.  Con Jennifer Aniston, Jason Sudeikis, Emma Roberts, Nick Offerman, Kathryn Hahn.                                                                                                             
Genere  Commedia  -  U.S.A.  2012  -  Durata 110 minuti circa.
David, uno spacciatore da quattro soldi, dopo essere stato rapinato, è costretto ad accettare un incarico pericolosissimo come corriere tra Messico e Stati Uniti. Per riuscire a passare il confine inosservato decide di "travestirsi" da perfetto padre di famiglia.

Il potere dei soldi                                                                                    
                                                                                                         La battaglia tra due colossi delle telecomunicazioni
Regia di robert luketic.  Con liam hemsworth, harrison ford, gary oldman, embeth davidtz, lucas till.                                                                                                                                                      
Genere  Drammatico  -  U.S.A.  2013.
Il regista Robert Luketic, attualmente impegnato anche sul set di Brillant, in Paranoia racconta la battaglia tra due giganti delle telecomunicazioni.

Mood Indigo – La schiuma dei giorni                                                  
                                                                  
Una storia d’amore tra i fiori e con la testa tra le nuvole
Regia di Michel Gondry.  Con Audrey Tautou, Omar Sy, Roman Duris, Alain Chabat, Jamel Debbouze                                                                                                                              
Genere  Drammatico  -  Francia, Belgio  2013  -  Durata 125 minuti circa.
Una donna soffre di una rara malattia dovuta a un fiore che cresce nei suoi polmoni.

L’arbitro                                                                                                
             
Da un corto, vincitore del David, Zucca trae un lungo disomogeneo ma sorprendente e originale.
Regia di Paolo Zucca.  Con Stefano Accorsi, Geppi Cucciari, Jacopo Cullin, Alessio Di Clemente, Marco Messeri.                                                                                                                      
Genere  Commedia  -  Italia, Argentina  2013  -  Durata 90 minuti circa.
L'Atletico Pabarile, la squadra più scarsa della terza categoria sarda, viene umiliata come ogni anno dal Montecrastu, la squadra guidata da Brai, arrogante fazendero abituato a vessare i peones dell'Atletico in quanto padrone delle campagne. Il ritorno in paese del giovane emigrato Matzutzi rivoluziona gli equilibri del campionato e l'Atletico Pabarile comincia a vincere una partita dopo l'altra, grazie alle prodezze del suo novello fuoriclasse. Le vicende delle due squadre si alternano con l'ascesa professionale di Cruciani, ambizioso arbitro ai massimi livelli internazionali, nonché con la sottotrama di due cugini calciatori del Montecrastu, coinvolti in una faida legata ai codici arcaici della pastorizia. Matzutzi riesce a fare breccia nel cuore di Miranda, la figlia dell'allenatore cieco Prospero, mentre l'arbitro europeo Cruciani si lascia coinvolgere in una vicenda di corruzione che lo porterà in un attimo dalle stelle alle stalle: viene infatti colto in flagrante ed esiliato per punizione negli inferi della terza categoria sarda.



. . . e da mercoledì  18 settembre . . .

Rockshow – paul McCartney and Wings                                                
                                                   
Un concerto epocale che ha fatto la storia del rock
Con Paul McCartney                                                                                                                                                      
Genere  Musicale  -  Italia  2013
Il principe dei documovie dedicati alla storia del rock, filmato nell'enorme Kingdom di Seattle, è il tributo a una leggenda della musica mondiale. Rockshow - Paul McCartney & Wings narra infatti l'epica tournée realizzata dalla band tra il 1975 e il 1976 e conosciuta come "Wings over the world": un evento straordinario per la storia della musica con oltre 1 milione di spettatori raccolti in tutto il mondo, città dopo città, concerto dopo concerto. Una serata per calarsi nell'atmosfera travolgente di quegli anni, respirandone la trascinante energia musicale.

Ragazzi e non, buona visione a tutti da . . . Maria !

( E a te ancora tanti AUGURI!!)

mercoledì 11 settembre 2013

IMBARAZZANTE 11 SETTEMBRE


di Cesare De Carlo

CHE COSA è peggio? si chiedono i giornali americani nell’anniversario dell’11 Settembre. Lanciare qualche dozzina di missili inutili su Damasco? O distruggere quel che resta della credibilità del loro presidente? Se dipendesse dagli elettori la risposta plebiscitaria è: niente missili. Ed è improbabile che questa sera in tv Obama riesca a persuaderli che la Siria rappresenti una minaccia per la sicurezza degli Stati Uniti.
L’Afghanistan lo era certamente. Da lì, dodici anni fa, erano partiti gli autori del più grave attacco su suolo americano, più grave di Pearl Harbor. L’Iraq non lo era, ma lo si seppe dopo che, caduto Saddam, non vennero trovate le famose armi di distruzione di massa (sulle quali giurava anche l’Intelligence europea).
Ma la Siria non ha minacciato nessuno. E poi aumentano i dubbi che sia stato il regime a usare i gas velenosi. L’ostaggio belga, liberato ieri con il nostro Quirico, ha fatto interessanti rivelazioni.
Altrettanto improbabile è un voto favorevole del Congresso. Forse Obama riuscirà a strapparlo in Senato. I senatori hanno un mandato di sei anni e dunque, per disciplina di partito, quelli democratici possono concedersi il lusso di ignorare gli umori dei collegi (per quanto un terzo di essi sia sotto elezione nel 2014). Ma i deputati no. Sono rieletti ogni due anni e dunque, se non rispetteranno la volontà della ‘constituency’, saranno puniti. Ecco perché alla Camera una maggioranza è al momento irraggiungibile.

IN OGNI CASO anche se il Congresso dovesse dire sì perché – dice McCain, un repubblicano – la parola di un presidente americano deve valere qualcosa, un intervento sarebbe di là da venire. Dal 23 al 26 Settembre c’è l’Assemblea generale dell’Onu. Prima di quella data è difficile che la Camera si sia espressa. E ancora più difficile è il consenso di Russia e la Cina in Consiglio di sicurezza. Senza copertura dell’Onu, della Nato, del Congresso che farà Obama? Andra avanti da solo in una cornice di disapprovazione nazionale e internazionale? O piuttosto smetterà di fare il viso dell’armi? Putin gliene fornisce l’occasione con l’assist sul controllo delle armi chimiche siriane. Un ripiegamento diplomatico rappresenta l’unica soluzione per uscire dal pasticcio della ‘linea rossa’. Obama salverebbe la faccia e non mortificherebbe quel Nobel per la pace che incautamente Oslo gli concesse quattro anni fa.


CHI DICE ...DONNA (22)



DUCKY    Si vede che sei un po’ pallido,  molto stanco?

ENZO Eh sì, non è un buon periodo questo, mi rimetterò. Agosto è stato stressante, mi ha spossato, ma sono una quercia dura e riprenderò il mio ritmo.

DUCKY    Sistemiamoci comodi nella sala e…

ENZO …e facciamoci la solita chiacchierata sui detti, aforismi eccetera. Va bene, un po’ di distrazione è necessaria. Pronto!

DUCKY    Bene. Entusiasmo. “Senza entusiasmo non si è mai realizzato nulla di grande.” Ralph Emerson.

ENZO Io la chiamerei passione, è un sinonimo più appropriato.

DUCKY    Esperienza.  “Chi ha avuto l’esperienza di un grande amore trascura l’amicizia e chi si è esaurito nell’amicizia nulla ha ancora fatto per l’amore.”

ENZO Questo aforisma si adatterebbe a una Ciucciottina “x”di nostra conoscenza. E’ una riflessione mia. Comunque in fatto di esperienza  io direi che spesso non ha alcuna utilità. Jules Renard ha detto “Essa è un regalo utile che non serve a niente.”

DUCKY    Continuo?

ENZO Continua!

DUCKY    Enzo, sull’età se ne dicono molte, io direi anche troppe. Cominciamo con le cattiverie. Natalie Clifford Barney “Aveva 35 anni, il che vuol dire a volte 17 e a volte 47.

ENZO E’ il loro modo di difendersi.

DUCKY    E’ possibilissimo avere 60 sul certificato di nascita, 40  per gli altri e 20 a letto. Julien Becanson.
(Dissento...a letto meglio dopo i 40 che a 20...)

ENZO Passiamo alle buone riflessioni.
(passiamo...)

DUCKY    “La donna ha diritto a 30 anni di bellezza e ad altri dieci di grazia. Mantegazza.
(perchè solo 30?...)

ENZO Ecco una massima valida per tutte le donne.

DUCKY    Senti questa di Achille Tournier. “Una donna ha  tante età diverse: quella che sembra avere, quella che le danno i suoi amici, quella che confessa e quella che nasconde.”

ENZO Non mi dire. Questa è la più completa.
(concordo...)

DUCKY    “La natura ha dato un sesto senso alla donna: la falsità Detto da G.B. Zafferoni.
(Qualcuna deve averlo ingannato...)

ENZO Ecco un feroce nemico delle donne. Lasciamolo perdere.

DUCKY  FAMIGLIA! “Non c’è famiglia peggiore di quella in cui comanda la donna.” Io ne sono totalmente convinto, e tu?

ENZO Per me questo è una specie di comandamento divino. L’autore?

DUCKY    Se te lo dico, ti meraviglierai non poco.

ENZO Serio, dimmi chi è!

DUCKY    Sant’Agostino…ti dice nulla?

ENZO Non mi resta che congiungere le mani…che saggezza!

DUCKY   FAVORI! “Un favore pagato avvilisce chi lo riceve e chi lo accorda. Charles Duclos.

ENZO Fammi “il favore” non ne parliamo…non ne parliamo! Vai avanti, Duc!

DUCKY    “Una donna onesta dura fatica a dimenticare i favori che ha accordato, mentre una donna galante li dimentica con la massima facilità.”

ENZO Aspetta. Lasciamo capire alle Lettrici la differenza tra donna “onesta” e donna “galante”

DUCKY    Passiamo alla FEDELTA’!

ENZO No, caro Gemello; sono un po’ stanco. Chiudiamo qui. La fedeltà la tratteremo la prossima volta. E…per favore, ti dispiace prepararmi un cappuccino, ne ho bisogno, Gemè.

DUCKY    Oh, sì si certo: ne faccio due.
(facciamo tre?...)

ENZO Grazie!

DUCKY    Prego, figurati!

Normale per Ducky, decaffeinato per Enzo...
E questo per me...guardate che arte!



ENZO


martedì 10 settembre 2013

HUMOR



Fortissimo Humor...



La vera storia delle pompe funebri

Durante il Medioevo, quando un uomo moriva, per certificarne la morte
veniva chiamato il medico condotto, il quale, per verificare l'effettivo decesso, usava infliggere dolore al deceduto. Il modo più comune utilizzato in quel tempo era un potente morso inflitto alle dita dei piedi, quasi sempre l'alluce. Nel dialetto del popolino, il medico assunse così il nome di "beccamorto". Questa pratica diede origine ad un vero e proprio mestiere. La tradizione prevedeva che tale mestiere fosse tramandato dal padre al primo figlio maschio. Verso la fine del medioevo accadde però qualcosa che cambiò il futuro dei beccamorti. Uno dei beccamorti più famosi non riuscì a concepire un figlio maschio; la moglie partorì 4 figlie femmine. Il beccamorto, per evitare l'estinzione del mestiere, domandò alla chiesa la dispensa per poter tramandare la professione alla propria figlia femmina la quale, dopo aver ricevuto la benedizione, iniziò il suo
lavoro di beccamorto. Il caso volle che il suo primo morto fosse un uomo al quale un carro aveva tranciato entrambe le gambe; la ragazza era indecisa su dove infliggere il morso ma, alla fine, prese una decisione....
Nacquero cosi "Le pompe funebri".
di: Mario Magnin




Si ride, si piange







da Microsatica

-SE VIENE FUORI LO SCANDALO DEI MUTUI (NON RIMBORSATI) MPS AL PD, IL PARTITO SALTA-

(Saltiamo noi...il pasto!)

image
Nonostante la tendenza dei giornali a nascondere le responsabilità Pd nella vicenda, qualche indiscrezione bomba continua a uscire, come riporta Dagospiaevidenziando le frasi choc di un dirigente Pd campano.
"L`intreccio tra Monte dei Paschi di Siena e il Pd è sotto gli occhi di chiunque riesca a leggere l`elenco degli affidamenti in sofferenza, dei mutui non rimborsati. Ce ne sono centinaia destinati a dirigenti e quadri di partito, senza garanzie. È li che si annida lo scandalo. Se viene fuori quell`elenco, salta tutto
Chiunque di noi Pds-Ds-Pd (ma non solo) avesse responsabilità amministrative, negli enti locali o nelle partecipate, dove ci sono voragini vere e proprie, sapeva di potersi rivolgere a Mps per le questioni più spinose. Esempio: c`era una azienda di un comune in crisi? I sindacati facevano casino e i lavoratori rischiavano il posto? Mps concedeva un finanziamento e la situazione si calmava. In campagna elettorale si dovevano effettuare 300-400 assunzioni in una partecipata? Mps concedeva il mutuo e il consenso lievitava. Ovviamente, la maggior parte di questi crediti non verranno mai incassati per assenza o inadeguatezza di garanzie. Quanti? Sarebbe interessante saperlo con precisione. Lo sanno tutti. Se spunta fuori l`elenco, è la fine…”
Una banca sbranata (e prosciugata) dal Pd…
(Il fatto è gia' venuto fuori, ma ci sono troppi...sordi!)




Annamaria...a dopo